"Infanzia. Scene di vita di provincia" di J. M. Coetzee

Il primo volume della biografia romanzata del premio Nobel 2003 John Maxwell Coetzee autore, tra l’altro, dei bellissimi "Vergogna" ed "Età di Ferro".
Nel libro il giovane Coetzee è un ragazzino introverso e solitario dilaniato tra l’amore assoluto e morboso per la madre forte, combattiva e possessiva ed il disprezzo per il padre debole, sconfitto ed incapace di dimostrargli il suo affetto.
Fotografia nuda e cruda del Sudafrica in pieno apartheid dove si buttavano le tazze da the se erano state utilizzate da meticci.

Trama (da Wikipedia)

Infanzia. Scene di vita di provincia ("Boyhood: Scenes from Provincial Life") è il primo volume di un'autobiografia fittizia dell'autore Premio Nobel 2003 J. M. Coetzee pubblicato dalla casa editrice Einaudi nel 2001. In questo, come nei volumi successivi, il protagonista si chiama John Coetzee e il corso della sua vita è perfettamente parallelo alla vita reale dell'autore. Tuttavia Coetzee presenta questi tre volumi come romanzi. A Infanzia seguono Gioventù. Scene di vita di provincia e Tempo d'estate. Scene di vita di provincia.

Frasi

  • Eppure andare a scuola era affascinante: ogni giorno sembrava portare nuove rivelazioni sulla crudeltà, il dolore e l’odio che imperversano sotto la superficie delle cose

 

AG-Vocabolario: