Lista Civica Nazionale: intervista a Roberto Alagna

Agatino Grillo (AG): Ciao Roberto e grazie per la collaborazione. Cos'è la Lista Civica Nazionale?
Roberto Alagna (RA): La Lista Civica Nazionale  ha l’obiettivo di riunire tutti i filoni della società civile che vogliono dire basta a questa classe politica e portare avanti il progetto indicato nel nostro "manifesto" (qui in pdf, 24 K, 2 pag.). Il comitato promotore della Lista è formato da:

  • Elio Veltri
  • Oliviero Beha
  • Pancho Pardi
  • Roberto Alagna.

AG: Qual è la vostra proposta?
RA: Il nostro obiettivo è restituire dignità alla politica, intesa come servizio al Paese, attraverso la partecipazione dei cittadini, il controllo sul potere politico e l'impegno diretto nella gestione della cosa pubblica.
AG: Cos'è la manifestazione del 6 ottobre 2007?
RA: Sabato 6 ottobre 2007 a Roma, in piazza Farnese, presenteremo ufficialmente la Lista Civica Nazionale, il nostro progetto politico con le proposte da dibattere nel paese, le petizioni al Parlamento e le proposte di legge di iniziativa popolare.
AG: Che rapporto c'è con le iniziative di Beppe Grillo ed il vaffa day?
RA: Credo che si possa dire che la Lista Civica Nazionale ed il movimento che si ispira a Beppe Grillo hanno gli stessi obiettivi di fondo: mandare a casa questa classe politica. Beppe Grillo, inoltre, ha sottoscritto il "manifesto" della Lista Civica Nazionale.
AG: Eppure Beppe Grillo nel suo sito dichiara che non ha nulla a che fare con voi. C'è stato qualche equivoco? Vogliamo chiarire?
RA: È corretto ribadire che Beppe Grillo non è tra i promotori della manifestazione del 6 ottobre. Ripeto: i nostri obiettivi sono simili ma abbiamo scelto strade diverse. Voglio segnalare però che alcuni dei metup che si ispirano a Beppe Grillo (Lecco, Milano, Ancona, Fano) saranno in piazza con noi il 6 ottobre.
AG: Non c'è il rischio di creare un nuovo partitino?
RA: Il nostro obiettivo è costruire un "contenitore elettorale" e portare in Parlamento i cittadini al fine di approvare le nostre proposte. Si tratta di fare una "rivoluzione", democratica ovviamente, non di creare un nuovo partitino.
AG: Perché questa classe politica deve andare via?
RA: Intreccio tra politica, amministrazione ed affari, costi della politica, conflitti di interesse, mettono in crisi la separazione dei poteri e l'uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge, principi senza i quali la democrazia è un guscio vuoto e si riduce ad una somma di oligarchie. Per porvi rimedio è necessario rendere attuali i valori costituzionali riguardanti la responsabilità dei partiti di fronte alla legge, contrastare i conflitti di interesse e ridurre drasticamente i costi della politica. 
AG: Destra e sinistra sono uguali?
RA: Centro sinistra e centro destra sono complementari e si sostengono a vicenda. L' attuale proposta di legge sul conflitto di interesse "riprende l'ispirazione di fondo della legge Frattini" e il conflitto di interesse non è tra le 12 priorità di Prodi. Questo spiega perché le leggi-vergogna non sono state abrogate.
AG: Che ne pensi del rapporto tra la politica e Internet? Il web può essere un mezzo nuovo per partecipare alla vita democratica?
RA: Internet è sicuramente la nuova frontiera della politica. Proprio Beppe Grillo ha dimostrato che è possibile far passare l’azione politica passare dal virtuale al reale. Per usare uno slogan: non è più tempo dei pullman ma quello del web.
AG: Grazie e buon lavoro
RA: Grazie a te

Primi firmatari del manifesto della Lista Civica Nazionale

  • Elio Veltri
  • Oliviero Beha
  • Pancho Pardi
  • Roberto Alagna
  • Dario Fo
  • Beppe Grillo
  • Franca Rame
  • Lidia Ravera
  • Antonio Tabucchi
  • Marco Travaglio
  • Franco Barbato
  • Gianni Barbacetto
  • Andrea Cinquegrane
  • Armando Della Bella
  • Giuseppe Ielo
  • Stefano Montanari
  • Cristina Naso
  • Rita Pennarola
  • Sonia Toni
  • Gianni Zamperini

Chi è Roberto Alagna?

(Tratto da www.listacivicanazionale.it)
Roberto Alagna, 47 anni, laureato in giurisprudenza, bancario. Dopo una lunga esperienza di dirigente nazionale nella UIL bancari inizia nel 1989 il suo impegno politico, come consigliere nella II° Circoscrizione del Comune di Roma. (…) Nel 2001 è eletto Consigliere Comunale del Comune di Roma, e, dopo aver presieduto la Commissione Commercio diviene Presidente del Gruppo Consiliare "Lista Civica Roma per Veltroni". (…) È tra i fondatori della "Lista Civica Piero Marrazzo" nella quale è eletto al Consiglio Regionale del Lazio nel 2005. Attualmente ricopre l'incarico di Presidente della Commissione Affari Istituzionali ed Enti Locali e, recentemente, è stato il promotore di una proposta di legge – oggi all'esame della Commissione – riguardante l'azzeramento del sistema degli Enti e delle Agenzie regionali, attaccando frontalmente i costi della politica e l'invadenza dei partiti nelle Istituzioni. E' stato tra i promotori della Rete delle Liste Civiche Italiane della quale è il Coordinatore Nazionale.

Articoli collegati in questo sito

Link

Creative Commons

Questo articolo è pubblicato secondo la licenza di utilizzo di Creative Commons.