Più lontana della luna di Paola Mastrocola

Favola triste ed allegra. Lidia, la protagonista, non vuole crescere e assolutamente non vuole innamorarsi. Ma la vita è sempre in agguato con le sue mille tentazioni e dunque anche Lidia, lungo i trent’anni di vita italiana che il romanzo copre, avrà le sue occasioni amorose con gli (inevitabili) rimpianti. Favola sulla fuga, sulla maturità rifiutata e sulla completa estraneità della protagonista rispetto alla fantastica e terribile Italia dal boom degli anni 60 fino al terrore degli anni di piombo. Italia che la protagonista (letteralmente) attraversa a cavallo (surrogato del padre/compagno assente?) seminando spesso dolore ed ogni tanto allegria. Lettura che scivola via leggera e piana. Paola Mastrocola è sicuramente una brava scrittrice e sicuramente sa scegliere temi polemici e dunque suscitare reazioni (ed emozioni); forse il suo essere comunque "schierata" contro le interpretazioni correnti rischia di appiattire un po’ la sua narrativa. Comunque stimolante.

Incipit

(Su wuz.it sono disponibili le prime pagine del romanzo; ecco le prime righe)
Veniva a trovarci tutti i venerdì, portando le bignole. Puntuale come la morte, verso le sei. Assurdo imbottirsi di pasticcini a quell'ora, che non è merenda né cena. Ci si sente colpevoli e grassi. Ma lei era così gentile a portarceli, volevi dirle di no? (segue)

I consigli di lettura di Paola Mastracola

(tratto dall’intervista ad Alberto Grandi per style.it)
Un consiglio di lettura a un ragazzo per farlo balzare in sella come Lidia?
"Le poesie di Giuseppe Ungaretti riunite in Vita di un uomo e, come romanzo, Guerra e pace di Lev Tolstoj".
Guerra e pace non le sembra troppo impegnativo?
"Allora facciamo Tonio Krüeger di Thomas Mann, più breve e ugualmente bello".

Scheda del libro

  • Titolo: Più lontana della luna
  • Autore: Paola Mastrocola
  • Editore: Guanda
  • Collana: Narratori della Fenice
  • Anno: 2007
  • Pp. 306
  • Costo: euro 16.00
  • ISBN: 978-88-82-46916-0

Articoli consigliati (in questo sito)

Link

AG-Vocabolario: